28 Dicembre 2020

Una passeggiata lungo la via Giulia

di Redazione Cralt Magazine
Dalla Chiesa di S. Giovanni dei Fiorentini alla Chiesa dell’Orazione e Morte con il Cralt Lazio Molise il 16 gennaio

Sembrava una cosa acquisita nel nostro quotidiano l'uscire a fare una passeggiata, invece, nel corso di quest'anno abbiamo imparato ad apprezzare quanto conti anche poter fare una semplice passeggiata. Quando poi questa ci porta in luoghi davvero magici e dal sapore antico alla riscoperta delle nostre radici allora il livello di soddisfazione raggiunge davvero vette inaspettate.

Ecco la passeggiata per la via più elegante e romantica di Roma stretta tra il Tevere e Campo dei Fiori.

La via progettata del Bramante nel 1508 per volontà di Giulio II per favorire l’apertura sulla strada delle botteghe dei banchieri toscani, ha una lunga storia di progetti e ripensamenti: i papi e i signori del 1500 e del 1600 hanno voluto lasciare in questa particolarissima via un loro ricordo.

Nel 1600 Innocenzo X, mosso da ideali di umanità e clemenza vi costrui “Le Carceri Nuove” , dove al centro del sistema carcerario veniva posta l'umanità dei detenuti . Come in molte zone della città anche qui troveremo palazzi gentilizi come palazzo Farnese, palazzo Ricci e Falconieri ma anche case più umili che avevano annessi orti e giardini.

Molte le chiese che incontreremo: S. Giovanni dei Fiorentini, simbolo dell’unione tra Roma e Firenze,San Biagio e la spettacolare chiesa dell’Orazione e Morte dove concluderemo la nostra passeggiata.

Per i dettagli: https://www.cralteventi.it/module/commessa/?id=9899