08 Settembre 2021

Ostia antica

di Redazione Cralt Magazine
La necropoli della città attraverso il decumanus maximus (la strada principale) che è allineato con i resti di negozi, bancarelle di cibo e magazzini che contribuiscono a creare una vivace idea dei tempi antichi

Ostia è la fotografia di quei posti che noi oggi associamo a qualcosa che è molto lontano da quello che la città era quando è nata e nei secoli in cui si è sviluppata, perché il tempo ha mutato e spesso completamente trasformato le città. Ostia Antica era la città portuale di Roma fondata nel 4 ° secolo  a C. Era un posto pieno di vita con merci e  persone che transitavano da tutto l'impero romano.

I resti ben conservati di Ostia si trovano a venti miglia da Roma, nei prati vicino al fiume Tevere. Potremo passeggiare tra antiche taverne, bagni, appartamenti, generi alimentari e teatri - e la loro condizione attuale supera così sorprendentemente quella del Foro Romano, i Fori Imperiali e Pompei, che sembra un termine improprio chiamarli 'rovine'.

Potremo vedere le Terme di Nettuno, che vantano una splendida vista sulla città circostante, il teatro principale con le sue gradinate e posti a sedere simile ad un auditorium usato dai tempi antichi sino a Pavarotti, il vicino Piazzale delle Corporazioni con i suoi mosaici pavimentali delle varie corporazioni di armatori, una volta attivi in ​​città.

Potremo anche visitare un thermopolium, una sorta di antico pub con i suoi ripiani in marmo e pitture murali che mostrano il cibo in offerta: è difficile credere che questa taverna ben conservata è di oltre 1900 anni fa !! Il nostro percorso turistico di Ostia ci farà ripercorrere spazi pubblici, panetterie, luoghi di culto, ville private, terme pubbliche e private, Ostia Antica è in qualche modo meglio conservata di Pompei.

Saremo, cioè, di fronte all'ennesimo miracolo del tempo che ci ha restituito le vestigia di una città che ci permettono di capire e di addentrarci in quelli che sono gli usi e i costumi di una civiltà che ci ha preceduto e dalla quale non dovremmo mai smettere di assimilare perché è solo dalla storia che si impara il futuro.

Chi è  interessato alla visita clicchi qui per saperne di più