09 Ottobre 2020

Evento Culturale 2020 CRALT: Umbria

di Redazione Cralt Magazine
L'evento culturale di quest'anno del CRALT porterà i soci in Umbria: da Perugia ad Assisi, da Gubbio a Spello, da Bevagna a Montefalco a Spoleto dal 5 all' 8 Dicembre

Sarà la verde Umbria, il cuore della nostra bella Italia ad ospitare l'ormai consueto e richiestissimo, da voi, Evento Culturale  di dicembre: Perugia, Assisi, Spello, Gubbio, Spoleto, Montefalco e Bevagna i luoghi bellissimi che visiteremo dal 5 all' 8 Dicembre.

Un evento preparato con accuratezza dal Cralt nella scelta dei luoghi, delle location per il soggiorno, dei vettori utilizzati e poi dei singoli itinerari e dei meccanismi da utilizzare rispettando al massimo tutte le disposizioni anticovid vigenti.

Sicurezza e piacere di stare insieme, questo abbiamo voluto coniugare come Cralt e il criterio informatore di tutto l'evento sarà proprio quello di garantire sempre, dalla partenza al soggiorno e fino al ritorno, la massima sicurezza ed il massimo comfort a tutti i soci partecipanti.

I soci che parteciparenno dal 5 all'8 dicembre a questo evento potranno constatare in prima persona tutti gli sforzi organizzativi messi in atto come la novità  dei gruppi chiusi che si muoveranno nei vari itinerari in maniera alternata per evitare di creare assembramenti, tenendo ben presenti di utilizzare sempre ed in ogni occasione le mascherine prescritte, oltre alle distanze di sicurezza e tutta la profilassi igienica raccomandata.

Vi diamo ora qualche anticipazione sui luoghi che visiteremo in Umbria.

Assisi
Posta alle pendici del Monte Subasio, Assisi è costruita con la caratteristica pietra rosa localeche caratterizza tutto dai vicoli medievali alle grandi Basiliche. E' un centro spirituale e lega la sua fama alla storia dei santi Francesco e Chiara ed all'insieme della Basilica di San Francesco con i suoi cicli di affreschi, realizzati dagli artisti più rappresentativi del Medioevo.
Visiteremo non solo della Basilica di San Francesco ma anche il centro storico di Assisi, la Basilica di Santa Chiara e la Basilica di Santa Maria degli Angeli con la Porziuncola.

Bevagna e Montefalco
I borghi di Bevagna e Montefalco sono presenti nella lista dei Borghi più belli d'Italia, non a caso. Bevagna fu un importante centro commerciale già in epoca romana e, infatti, ci sono bellissimi esempi di arte romanica umbra.
Montefalco, chiamata anche 'la ringhiera dell'Umbria' poiché, grazie alla sua posizione unica, regala una vista eccezionale sulla Valle Umbra e le sue città.
Visiteremo la chiesa di Sant'Agostino e la caratteristica piazza comunale di Bevagna ed avremo la possibilità di visitare la chiesa Museo di San Francesco con i bellissimi affreschi di Benozzo Gozzoli e Pietro Vannucci, detto il Perugino .
Montefalco conserva ancora i segreti di tessitura della pregevole “tela umbra” ed è famosa nel mondo grazie all'eccellente vino 'Sagrantino di Montefalco' che pottemo degustare durante il pranzo alla cantina Caprai.

Spoleto
Posta sull’antica Via Flaminia, è una sorpresa: elegante, cosmopolita, ricca di scorci scenografici, una città che non nasconde nulla dell’importante ruolo rivestito nei secoli.

Visiteremo la Cattedrale romanica e la Rocca con il Ponte delle Torri per poi addentrarci nel centro storico con un ricchissimo patrimonio poco conosciuto. Città del Festival dei due Mondi è caratterizzata da una particolare raffinatezza. Le strade sono segnate dal susseguirsi di belle botteghe di antichità.

Perugia
Capoluogo di Regione e vera città “dominante” in tutti i sensi, a cominciare dalla posizione geografica che dall’alto delle sue ampie terrazze si affaccia su alcuni dei panorami più belli della Regione. Diverse e affascinanti le stratificazioni storiche e monumentali che la caratterizzano.

La nostra visita sarà molto coinvolgente, il nostro itinerario ci porterà dalla Porta Marzia all'Arco Etrusco, dalla Rocca Paolina alla splendida Piazza IV Novembre, dal Duomo ai Palazzi Comunali per apprezzare la storia e i monumenti della città dall’epoca etrusca, romana, medievale, rinascimentale, fino ai trionfi risorgimentali.
Senza dimenticare che questa è anche la città giovane e cosmopolita dell’Università, una delle capitali del jazz e del cioccolato.

Gubbio
Il suo contesto urbano,  hatrattenuto intatto nel corso dei secoli l’aspetto medievale. L’uso diffuso della pietra appenninica da una visione unificata delle imponenti architetture del potere civile, delle chiese e degli svettanti campanili, fino alle caratteristiche abitazioni a torre.
Come non ricordare, fra le tante propste culturali della città, la vivacissima e “folle” Corsa dei Ceri che si tiene in Maggio e altre iniziative che testimoniano l’attaccamento degli abitanti al proprio passato medievale.

Noi vedremo la caratteristica Piazza Grande con il Palazzo dei Consoli e del Pretorio, il Duomo e i luoghi legati alle vicende di San Francesco e il lupo.

Spello
La 'città dei fiori' protagonista di manifestazioni come le infiorate, realizzate in occasione del Corpus Domini, o il concorso 'finestre, balconi e vicoli fioriti'. Anche questa è una cittadina medievale che mantiene lo stesso impatto visivo della città di Assisi perché è posta alle pendici dello stesso monte, il Subasio.

Seguiremo un itinerario nei suggestivi vicoli e porte della cittadina, poi alla Collegiata di Santa Maggiore con i bellissimi affreschi della Cappella Bella, realizzati da Pinturicchio.

Abbiamo voluto darvi un'anticipazione a largo spettro di quelli che saranno i contenuti di questo evento culturale e speriamo vogliate essere numerosi come sempre ma quest'anno ancora di più per recuperare un po' di quella normalità quotidiana che tutti auspichiamo si ristabilisca al più presto convinti che socialità e condivisione saranno valori che non possono essere intaccati mai anche nel più stretto rispetto di tutte le norme attuali.

Vi aspettiamo!

Per approfondimenti ed aggiornamenti vai su www.cralteventi.it