16 Febbraio 2018

Con il CRALT: Evento Culturale Riviera dei Fiori

di Gianni Tortoriello
Un itinerario che esplorerà tutta la Riviera di Ponente della Liguria il 24/25/26/27/28 aprile

«Umbre de muri, muri de mainè, dunde ne vegnì, duve l'è ch'a nè...» (Ombre di facce, facce di marinai, da dove venite, dov'è che andate...) Queste le parole con cui Fabrizio De Andrè inizia la sua ode a Genova e alla Liguria: Creuza de Mä e sono parole scolpite nella pietra antica delle costruzioni liguri così pregne di sale, conoscenza, storia ed  umanità.

La Liguria è quella stretta lingua di terra, quell’arco naturale, che chiude il nord-ovest italiano fino al confine francese ed è da sempre una meta turistica da ‘top ten’.  

Proprio la Liguria di Ponente sarà lo scenario, spingendosi poi fino nel Principato di Monaco (Monaco) e Nizza, in  cui si svolgerà l'evento culturale organizzato dal CRALT Nazionale i giorni del 24, 25, 26, 27, 28 aprile prossimi. Per essere precisi l'evento porterà i soci a visitare i luoghi bellissimi della Riviera dei Fiori nel Ponente ligure.

Per bene inquadrarla geograficamente, basti dire che il Ponente ligure si estende dai quartieri occidentali di Genova fino al confine francese, in prossimità di Ventimiglia. Già così a naso si intuisce che ci troviamo di fronte ad un mare meraviglioso, località davvero incantevoli come Arenzano,  Alassio,  Loano,  Dolceacqua, Sanremo,  celeberrima città dei fiori e del casinò ma soprattutto del festival della canzone italiana .
La Riviera dei Fiori,  colori e profumi tutto l'anno
La riviera dei fiori è rinomata per il suo caratteristico clima mite, che permette di godere la vista delriviera de fiori mare. Il clima, però, non è l’unica particolarità. Partendo da Ventimiglia si trova Villa Hanbury, dove Thomas Hanbury, filantropo di origine britannica raccolse nei giardini piante arrivate dagli angoli più sperduti e lontani del globo. A Sanremo Villa Nobel, che deve il suo nome al famoso scienziato svedese inventore della dinamite ed ideatore del famoso premio, che qui abitò per 6 anni. A Imperia Oneglia Villa Grock, dimora di uno dei più grandi artisti circensi: C. Adrien Wettach.
C'è solo da lasciarsi trasportare in questo universo parallelo e senza tempo nella Riviera Dei Fiori.

Genova, da città post-industriale a grande attrattore turistico
genova acquarioGenova conserva tutto il suo fascino di città marinara e merita in tutto e per tutto di essere visitata.
La città, incentrata sul porto, è un polo di eventi culturali e artistici. Al Porto Antico si trova l’Acquario più grande d’Italia con le innumerevoli vasche che ospitano moltissimi pesci e rettili; il luogo “cult” della città è Boccadasse, antico borgo marinaro con casette variopinte nei toni del pastello. Una metropoli che da industriale e post industriale è oggi un attrattore culturale e turistico di livello mondiale.

Arenzano, qui comincia la riviera di Ponente
Genova a due passi, steso alle pendici del Monte Beigua, in due minuti si lascia la città e si è in Riviera.  Arenzano è una località 'mondana': vetrine di negozi, ville liberty, parchi lussureggianti. Il Parco di Villa Negrotto Cambiaso, per esempio con pini marittimi secolari, laghi in cui cigni e pavoni, sentieri che si affacciano sul mare. Il centro è sormontato dal Santuario di Gesù Bambino di Praga, meta di pellegrini e turisti. Un percorso turistico nel centro storico racconta la storia attraverso formelle di ceramica.

Loano, qui la vacanza è davvero per tutti
Intrattenimento, sport, spiagge facilmente accessibili fanno di Loano una località molto accogliente. Uno specchio di mare tra i più affascinati della Riviera; da non perdere la splendida passeggiata della Madonna di Loreto fiancheggiata dalle palme. Il lungomare con i tanti stabilimenti balneari e il centro storico ricco di edifici di pregio e botteghe di prodotti tipici e oggetti d’artigianato. Un percorso particolare è composto della varie fontane nate grazie a Loano Fontane d’arte, un progetto che ha avuto il merito di portare l’arte nei luoghi di ritrovo.

Sanremo, la città dei Fiori
sanremo statua di mike bongiornoIl Festival della Canzone Italiana, il Premio Tenco, la Giraglia, la Milano-Sanremo, il Casinò
: questo il biglietto da visita di Sanremo. Da sempre vera capitale del turismo, con un calendario di avvenimenti, foltissimo tutto l’anno. Sanremo, però, è innanzitutto una delle località turistiche più rinomate, se non la più conosciuta, della Riviera dei Fiori. Via Matteotti, la lunga via dov'è il Teatro Ariston, la via più chic di Sanremo, quella dello shopping internazionale. Di lì a breve il Corso degli Inglesi dove sono ubicati il Casinò Municipale e la Chiesa Russa, di fine Ottocento. Poi la Pigna, nucleo primevo della città, un dedalo di caruggi e case. Come non menzionare le ville e i giardini di Sanremo: Villa Ormond con il suo parco ricco di piante esotiche; Villa Nobel, dove appunto abitò Alfred Nobel, con il museo sulle scoperte e le invenzioni dell'Ottocento.

Alassio la città del Muretto...ma non solo
muretto di alassioIl Muretto e i baci di Alassio sono due delle innumerevoli attrattive della cittadina. Il “Budello”, invece, la stretta via che attraversa il centro per lo shopping o un aperitivo. Alassio è una delle capitali del turismo nella Riviera di Ponente. Non può mancare, dunque, la visita al Muretto di Alassio, simbolo della Città degli Innamorati. Alassio è molto amata dai giovani. I Baci di Alassio sono dolcetti che rendono ancora più dolce la vacanza.

Dolceacqua e il Rossese
dolceacquaClaude Monet
fu stregato da questo luogo fissandolo in quattro tele ed è, questo piccolo paesino arroccato, la capitale del celebre vino Rossese; geograficamente si snoda sotto l’antico castello dei Doria. Dolceacqua rapisce il cuore. Siamo nella terra dell’olio Riviera Ligure dop, delle olive taggiasche e soprattutto del vino, il Rossese di Dolceacqua doc, appunto. Suggestivi i caruggi che si inerpicano verso il castello attraverso un dedalo di salite, con scalinate sormontate ed archi in pietra che uniscono palazzi e case. Giochi naturali di luce la rendono un posto indimenticabile.

Ventimiglia, città di confine
Un grandissimo centro storico e tantissime meraviglie da vedere. Un sito archeologico e un museo di importanza nazionale, una villa sul promontorio della Mortola con un giardino botanico paradisiaco (Villa Hanbury) bastano e avanzano per avere una visita della città davvero unica.

Siamo al confine con la Francia, le grotte dei Balzi Rossi con incisioni rupestri uniche in Italia, incastonate nella falesia rocciosa a picco sul mare, dove gli uomini hanno abitato 25.000 anni fa sono spettacolo da mozzare il fiato. Semplicemente incantevole Villa Hanbury e il suo splendido giardino botanico dove convivono in armonia perfetta piante mediterranee e tropicali provenienti da tutto il mondo.  Poi la roccaforte dei Duchi di Ventimiglia e due capolavori religiosi La Cattedrale dell’Assunta, e la Chiesa romanica di San Michele dell'XI sec. Poi palazzi cinquecenteschi, l’ex teatro Civico voluto da Sir Thomas Hanbury, la Biblioteca Aprosiana, la loggia del Parlamento di architettura provenzale, l'oratorio dei Neri.

Monaco e Nizza
Un'escursione in terra d'oltre confine ci porterà nel Principato di Monaco, la perla delle Costa Azzura, e nella città di Nizza, percorrendo le famose strade panoramiche le famosissime “Corniches”. A Nizza si farà tappa nel quartiere residenziale Mont Boron con la superba vista sui famosi tetti della città (come nel film “caccia al ladro” con Grace Kelly e Gary Grant).

Il porto con la casa natale di Giuseppe Garibaldi, la Promenade des Anglais con l’Hotel Negresco, la Cattedrale russo-ortodossa, la strada principale Avenue Jean Médecin e Piazza Massena con le famose fontane. Quindi poi il Museo Oceanografico fondato dal Principe Alberto I nel 1910 che fu diretto dal Comandate Jacques Cousteau. La Cattedrale in stile neoromanico edificata con una pietra bianca locale. Palazzo Grimaldi residenza del Principe di Monaco.

L’Italia è davvero un Paese con un territorio dai mille risvolti, perle naturali, incastonate come gemme e a volte offerte ad una fruizione massima, altre ancora oggi meta di pochi intenditori.

Un luogo incantato la Liguria e la sua riviera di Ponente, un luogo tutto da visitare e da scoprire, potremmo dire, pietra dopo pietra e granello di sabbia dopo granello di sabbia con uno sguardo anche alla buona tavola fatta di pesto, sicuramente, ma anche di olio extravergine d’oliva fra  i più delicati d’Italia e tante specialità proprie di questo territorio come le gustosissime olive taggiasche.
Turismo balneare? Certo, ma  non solo!
Magnifici i contrasti nella Riviera di Ponente, al tempo stesso glamour e un po' selvatica. Le spiagge sabbiose, le Alpi, l'olio d'oliva DOP , il Rossese, il Casinò, i fiori, i Giardini Hanbury.

Un vero angolo di paradiso dove dai borghi ci si specchia nel mare blu.

Costi e programmma dettagliato cliccando su:
https://media.cralteventi.it/pages/1/707/attach/allegato.pdf?timestamp=1519038092